La Migross Asiago piega anche lo Jesenice all’Odegar!

La Migross Supermercati Asiago Hockey vince ancora, regolando all’Odegar anche gli Sloveni dello Jesenice, terza forza del campionato. Barrasso può contare su tutti gli effettivi, anche su Nigro che era rimasto in dubbio fino all’ultimo per un piccolo problema muscolare.

Nel primo tempo la prima vera chance da goal capita allo Jesenice che, partito alla grande, potrebbe passare subito a condurre con un tiro di Jaka Sodja, Cloutier ci mette lo scudo. Al 7’ minuto con l’Asiago in inferiorità numerica, Scandella riesce a recuperare un disco nel terzo di difesa e con l’aiuto di Nigro può partire in contropiede, Saunders riesce all’ultimo a chiudere lo specchio della porta. Al 13’ minuto Scandella recupera un disco in zona offensiva, lo serve all’indietro per Gellert, che prende la mira ma Saunders riesce a respingere. Un minuto più tardi Olivero riesce a liberarsi sulla destra, serve il disco centralmente a Stevan, che riesce a deviarlo ma non a sufficienza per battere il goalie ospite. Al 15:29 in inferiorità numerica segna l’Asiago: Stevan va a mettere pressione a Sanders, che sbaglia a giocare il disco dietro porta, tirandolo addosso proprio a Stevan che si è trovato così la porta spalancata e ha potuto depositare il puck infondo al sacco. A due minuti e mezzo dalla fine azione insistita dell’Asiago con Bardaro e Rosa, alla fine il disco arriva a Bardaro che riesce a freddare Saunders. A 30 secondi dalla fine i Giallorossi hanno l’occasione per il raddoppio con Nigro lanciato da solo contro la gabbia avversaria da Miglioranzi, Saunders anche in questa occasione riesce ad opporsi.

Ad inizio secondo tempo l’Asiago può giocare in superiorità numerica per una penalità comminata a Cimzar e costruisce subito un’azione pericolosa, che si conclude con una traversa colpita da Scandella. Dopo qualche minuto contropiede Stellato orchestrato dalla quarta linea, Magnabosco si trova da solo contro Saunders, finta e controfinta, ma poi di rovescio non riesce a trovare il goal. Al 9’ Rosa entra nel terzo offensivo sulla sinistra, guarda al centro dove ci sono Magnabosco e Conci, decide però di provare il tiro e fa bene, perché il suo disco finisce sopra la spalla del portiere ospite per il 3 a 0. Poco dopo contropiede di Scandella e Nigro, che in inferiorità riescono ad andare da soli contro un difensore, il passaggio di Scandella salta la stecca di Nigro che non riesce così a tirare. All’11’ discesa di Scandella sulla destra, disco in mezzo per Gellert che lo controlla e lo spedisce in rete per la quarta volta. Dopo il quarto goal Stellato, coach Glavic dello Jesenice decide di sostituire Saunders con Vlahovic. A tre minuti e mezzo dalla fine lo Jesenice riesce a segnare la prima rete della serata con Svetina, che è abile nell’impossessarsi del puck in zona offensiva dopo una parata di Cloutier e a metterlo in rete. Sulla sirena l’Asiago ha due buone occasioni con Bardaro e Gellert per segnare la quinta rete, ma gli sloveni riescono a salvarsi.

Nella prima metà del terzo tempo succede poco o nulla, le difese riescono sempre a contrastare le sortite offensive degli avversari. A metà tempo però l’Asiago deve giocare con un giocatore in meno per la penalità fischiata a Benetti e lo Jesenice riesce a sfruttare la superiorità numerica con un tiro di Cimzar da poco più avanti della linea blu, il disco finisce la sua corsa all’incrocio dei pali. Dopo quattro minuti segna ancora la squadra ospite con un tiro fortunoso di Kalan che, prendendo una traiettoria imprevedibile, finisce alle spalle di Cloutier. La partita si rifà così interessantissima, gli sloveni provano a spingere ma la difesa Stellata riesce a resistere fino alla fine. A poco più di un minuto dal termine gli ospiti provano a togliere Vlahovic dalla porta per giocare in 6 contro 5. L’Asiago si difende bene ed alla fine con Pace guadagna anche due minuti di penalità che di fatto segnano la fine della partita.

La Migross Supermercati Asiago Hockey vince 4 a 3 contro lo Jesenice la sua 15° partita consecutiva, rompendo così il record in Alps Hockey League dei Rittner Buam dell’anno scorso, che si erano fermati a 14 vittorie. Ottima prova dei Giallorossi che conquistano altri tre punti contro una squadra di vertice. Il prossimo impegno per i Leoni è fissato per domenica 28 gennaio a Klagenfurt.

Formazione Asiago: Cloutier (Longhini), Forte, Sullivan, Miglioranzi, Casetti, Pietroniro, Gellert, Foltin, Scandella, Olivero, Dal Sasso, Tessari, Stevan, Nigro, Conci, Benetti, Bardaro, Pace, Rosa, Magnabosco.

Formazione Jesenice: Sauders (Vlahovic), Tavzelj, Urukalo, Logar, Strum, Magovac, Planko, Stojan, Kraigher, Alagic, Kalan, Piispanen, Sersen, Svetina, Sodja U., Glavic,Sodja J., Basic, Cimzar, Jezovsek, Tomasevic.