Pallacanestro Vicenza, prime conferme per il roster

pallacanestro-vicenzaLa Pallacanestro Vicenza ha iniziato a lavorare immediatamente sulla stagione prossima e stanno già arrivando le prime conferme per quanto riguarda il roster della squadra. In primis, la conferma di due veterani: le due torri gemelle Umberto e Andrea Campiello vestiranno la maglia biancorossa anche nella stagione 2017-18. Per Umberto, che dall’anno scorso ha preso anche i gradi da capitano, sarà il quinto anno con la casacca di Vicenza, mentre per Andrea sarà il quarto: un grande segno di continuità, con due giocatori che hanno dato tanto alla maglia in questi anni. Con loro, altre due conferme anche del roster dell’anno passato: si tratta dell’ala Pietro Montanari e del playmaker Daniele Demartini, entrambi arrivati l’estate scorsa e che continueranno in biancorosso per il secondo anno.

Si tratta di un primo passo importante per proseguire il cammino in serie B per Vicenza. Due lunghi d’esperienza come Umberto e Andrea Campiello, che negli ultimi due anni hanno entrambi giocato un ruolo fondamentale per i biancorossi: Andrea è stato il miglior marcatore della squadra nella stagione 2015-16 (con 13 punti a partita e anche una prestazione da 34), mentre Umberto nell’anno passato è stato uno dei fattori più determinanti nella corsa salvezza del girone di ritorno, andando più volte oltre i 20 punti a partita. Ormai hanno sposato la maglia vicentina e continueranno così nel loro percorso cestistico nella Pallacanestro Vicenza da veri veterani della squadra.

Con loro, Daniele Demartini, giocatore d’esperienza (classe 1984) che l’anno passato ha guidato Vicenza nelle statistiche riguardanti punti, assist e palle rubate, risultando determinante in più di un’occasione grazie alle sue qualità come penetratore e difensore. Sarà sicuramente uno dei punti di forza dello scacchiere di Silvestrucci per l’anno venturo. Infine, Pietro Montanari: decisivo in gara-3 di play-out contro Sestu, con 10 punti segnati tutti nell’ultimo quarto, giocatore dalla grande intensità agonistica e che fa della difesa dura uno dei suoi punti di forza e che vista la carta d’identità ha ancora margini di miglioramento sui quali lavorare per renderlo un giocatore di categoria a tutto tondo.