Pari col Prato, Arzignano C5 in semifinale playoff

prato-arzignanoMai pareggio fu più dolce per l’Arzignano che recupera tre volte sulla bestia nera Prato e stacca il pass per la semifinale dei play off verso la serie A. Emozioni a raffica in un PalaTezze che ricorda quello degli scudetti, vestito a festa da una cornice di pubblico bello e corretto che non ha mai smesso di sostenere i biancorossi fino alla sirena del secondo supplementare. Eh si, perchè sono serviti due extra tempi da cinque minuti l’uno per spingere l’Arzignano in semifinale dove sabato nella sfida di andata troverà la corazzata Milano che ha eliminato l’Orte col punteggio di 9 a 4. Subito in campo al PalaTezze e poi il 29 aprile trasferta in terra lombarda col cinquanta per cento delle possibilità di volare alla finale promozione che mette in palio il sogno chiamato serie A: un sogno proibitivo ma sognare non costa nulla. Del pari di ieri prestazione di sacrificio e passione di tutti ma un nome su tutti è stato osannato a fine gara, quello dell’immenso Capitan Marcio che ha cancellato l’autogol del primo tempo col sigillo del pareggio definitivo, ennesima perla di una stagione superlativa.

Cronaca. Partita subito tiratissima con continui capovolgimenti di fronte che mettono in risalto le doti dei due portieri, Urbani è un fuoriclasse e Perez ha il suo bel da fare per evitare di capitolare sulle percussioni di Major e Javaloy. Al 17’ il gol sembra fatto sul tocco ravvicinato di Houenou ma il portiere laniero d’istinto mette in corner. Al 19’ Major si fa parare un tiro libero e a 7 secondi dal riposo Marcio mette dentro la sua porta il vantaggio toscano. Nella ripresa l’Arzignano preme da subito e al 3’ viene premiato col pari di Santana che si smarca sul palo lontano e fa esplodere il PalaTezze. Gioia che dura poco perché Josico accelera il passo al 6’ e batte Urbani di giustezza. Il Prato solo vincendo passerebbe il turno e Major firma il nuovo pari con un rasoterra imprendibile al 12’. Negro sfiora il vantaggio che arriva ancora da sponda opposta con Fumes che gira di prima intenzione da dentro l’area. Santana dentro come portiere di movimento e tutti in piedi al 16’ quando Marcio scaglia dalla distanza un tiro perfetto che gonfia la rete. Urbani salva i suoi nel finale e si va ai supplementari. Extra time con le due squadre stanche e il portierone biancorosso che ipnotizza Josiko dal libero nel finale, una parata che vale una bella fetta di semifinale play off. Finale col cuore in gola per il pubblico arzignanese che esplode in festa alla sirena finale con un Grifo Grifo ritmato che spinge Stefani e soci verso la doppia sfida col Milano.

ARZIGNANO-PRATO 3-3
ARZIGNANO
: Marzotto, Concato, Houenou, Negro, Marcio, Rosa, Manzalli, Santana, Javaloy, Major, Lovato, Urbani. All. Stefani.
PRATO: Perez, Fumes, Karaja, Siciliani, Josiko, Petri, Mangione, Balestri, Campagna, Rosati, Morganti, Murilo. All. Suso.
ARBITRI: Campi di Ciampino e Pisani di Aprilia.
RETI: pt 19’56” autorete Marcio (P). St 3’24” Santana (A), 5’52” Josiko (P), 11’53” Major (A), 14’11” Fumes (P), 17’35” Marcio (A).
NOTE: ammoniti Fumes e Rosati (P). Tiri liberi 0/1 (A), 0/1 (P). Spettatori 700 circa.