Laura Strati atleta veneta dell’anno

Laura Strati (ph. Colombo/Fidal)
Laura Strati (ph. Colombo/Fidal)

Laura Strati (AV Despar) è l’atleta veneta dell’anno per il 2016. Ieri pomeriggio la 26enne di Cassola ha ricevuto il prestigioso riconoscimento nel corso della Festa dell’Atletica Veneta che ha avuto luogo all’Auditorium Pontello (Fondazione OIC Onlus) di Padova. Nella scorsa stagione Strati, seguita da Daniele Chiurato anche lui premiato tra i tecnici, ha conquistato il titolo italiano assoluto nel salto in lungo e realizzato il personale di 6m 59 al Meeting di Lubiana arrivando a soli 11 centimetri dal minimo per i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro. La misura inserisce la vicentina tra le migliori dieci lunghiste italiane di sempre. Quest’anno si è ripetuta eguagliando il primato personale anche in sala diventando la quarta italiana di sempre al coperto.

L’azzurra è cresciuta tra le file del GS Marconi Cassola per poi vestire i colori di Atletica Vicentina. Ha raggiunto brillanti risultati pur non essendo un’atleta professionista riuscendo a coniugare l’attività sportiva d’alto livello con gli studi, conseguendo la laurea magistrale in Relazioni Internazionali all’’Università Ca’ Foscari di Venezia con il massimo dei voti con una tesi in inglese sulla sostenibilità a lungo termine dei progetti europei, ovvero la loro continuazione una volta finito il finanziamento della Commissione Europea. La Festa dell’atletica veneta assegnerà il premio alla carriera a Paolo Dal Soglio (Carabinieri/AV Despar) che ha concluso l’attività agonistica nel settembre del 2016 ma continuerà a dare il suo contributo all’atletica veneta e non solo in veste di allenatore. A Schio segue da due anni i migliori lanciatori a livello nazionale tra cui Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro) che ha riscritto recentemente la miglior prestazione italiana al coperto under 23 di 19m 52 nel peso. Tra i risultati più prestigiosi ottenuti dal vicentino vi sono il titolo europeo indoor vinto nel 1996 e il quarto posto all’Olimpiade di Atlanta. Menzione speciale per un altro vicentino, Matteo Galvan (Fiamme Gialle/AV Despar), semifinalista nei 200, ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro, e detentore del record italiano dei 400 di 45”12, eguagliato agli Europei di Amsterdam dove chiuse all’ottavo posto.

Nel corso della cerimonia sono stati premiati i quattro atleti under 18 che hanno vestito la maglia azzurra ai Campionati Europei di Tbilisi lo scorso anno quali Emma Peron, Amar Kasibovic, Gloria Gollin e Andrea Marin. Riconoscimenti anche per la pluricampionessa italiana Ottavia Cestonaro (Carabinieri/ AV Despar), per Beatrice Fiorese (AV Despar), maglia azzurra nel triangolare internazionale indoor nel 2016, per l’ottocentista Elena Bellò (Fiamme Azzurre), per lo sprinter Michael Tumi (Fiamme Oro/ AV Despar), per Federica Del Buono (Carabinieri) per la miglior prestazione italiana nel miglio, e per la giavellottista Ilaria Casarotto (AV Despar), decima ai mondiali under 20. Tra i campioni italiani del 2016 figura anche il quartetto veloce under 18 della 4x 100 Francesca Todescato, Margherita Zuecco, Chiara Bergamin e Moillet Kouakou (premiata anche per il titolo nei 200) capaci di imporsi a livello nazionale con il crono di 47″.