Challenger Vicenza 2016: Golubev ed Eremin ai quarti. Avanza anche Volandri

volandri-challenger-vicenza-2016Iniziano ad arrivare i primi importanti verdetti al Challenger di Vicenza 2016, con Golubev, Eremin, Kozlov e Riba ad essersi qualificati ieri per i quarti di finale. Bilancio a tinte chiaro scure per gli italiani, con Volandri ad aver archiviato la pratica Fucsovics e Vanni ad essersi invece fermato agli ottavi sconfitto proprio da Golubev.

Il match più combattuto di giornata è stato ancora una volta quello di Eremin, in campo per più di due ore prima di avere la meglio sullo svizzero Laaksonen. Arrivato qui a Vicenza grazie alla Wild Card, Edoardo si candida dunque a diventare uno dei grandi protagonisti del torneo. Convinzione questa rafforzata dal fatto che al primo turno l’italiano ha sconfitto la testa di serie numero 3 Thiago Monteiro. Laaksonen quest’oggi gli ha creato non pochi problemi, nonostante un primo set vinto dall’italiano quasi in scioltezza (6-3 il parziale finale). Nella seconda parte lo svizzero è però rientrato in gara riuscendo a portare a casa il set grazie ad un ottimo tie break. Nel terzo e ultimo set Eremin ha ripreso in mano l’incontro, è parso più deciso e concentrato e alla fine ha trionfato lasciando all’avversario solo due game.

Ai quarti Eremin dovrà vedersela con lo statunitense Kozlov, che in questa sette giorni vicentina sta impressionando per forza e potenza dei colpi. Diciotto anni appena e non sentirli: a cadere questa volta è stato il belga Coppejans regolato con un secco 6-4 6-4 in appena 1 ora e 39 minuti di gioco.

Non ce l’ha fatta invece Luca Vanni nonostante un inizio più che incoraggiante: nel corso del primo set il tennista toscano si è trovato avanti 5-3, ma a quel punto Golubev ha iniziato a spingere riuscendo a ribaltare un trend che sino a quel momento lo vedeva in grande difficoltà. Il kazako ha chiuso il set 7-5 e nel secondo è riuscito ad arginare con grande maestria i tentativi di rimonta di Vanni che alla fine si è dovuto arrendere (Golubev si è imposto 7-5 6-4).

La sorpresa di giornata è senz’altro l’eliminazione
della testa di serie numero 2 Daniel Brands, sconfitto dal qualificato Pere Riba; dopo aver vinto il primo set al tie break, il tedesco ha dovuto lasciare il secondo all’iberico che ha chiuso 7-5. Tutto a quel punto faceva pensare ad un terzo set estremamente combattuto e invece Riba ha preso in mano le redini dell’incontro imponendo sin da subito il proprio ritmo. Brands non è riuscito a prendere adeguate contromisure e alla fine si è portato a casa un solo game: 6-7 (4) 7-5 6-1 il risultato finale.

Centrano l’accesso agli ottavi di finale anche Volandri e Kicker, che quest’oggi hanno terminato i match sospesi ieri dal Supervisor Di Dio per mancanza di luce: l’italiano ha regolato l’ungherese Fucsovics con un 6-2 vincendo in complesso 7-6 (8) 6-2, l’argentino ha invece eliminato il nostro Arnaboldi battuto 6-4 6-1.
Ecco i risultati dei match di ieri:

Sedicesimi di finale

Filippo Volandri (ITA) vs Marton Fucsovics (HUN) 7-6 (8) 6-2

Nicolas Kicker (6) (ARG) vs Andrea Arnaboldi (ITA) 6-4 6-1

Ottavi di finale

Andrey Golubev (KAZ) vs Luca Vanni (7) (ITA) 7-5 6-4

Edoardo Eremin [WC] vs Henri Laaksonen (SUI) 6-3 6-7 (4) 6-2

Stefan Kozlov (USA) vs Kimmer Coppejans (BEL) 6-4 6-4

Pere Riba [Q] (ESP) vs Daniel Brands (2) (GER) 6-7 (4) 7-5 6-1